home

News: Affari Esteri - Difesa

chiudi
 

Giorno

Mese

Anno

 

17/03/2017

Vittoria per i liberali di Rutte. Stop ai populisti

La diga europeista liberale, democristiana, ecologista (ma anche quella di centrosinistra ed oltre) in Olanda ha salvato l'Ue dallo tsunami della rivoluzione populista che ha gia' provocato la Brexit e l'elezione di Donald Trump. Il risultato fa volare i mercati (Amsterdam e Londra aggiornano i massimi storici, Madrid e Milano sono le migliori.

16/02/2017

Risposta palestinese a Trump, lavorare solo a soluzione 2 stati

'Che la soluzione sia a uno o due Stati, quella che loro preferiscono', l'importante e' che sia pace. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in conferenza stampa con il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu . La presidenza palestinese, invece, ha ribadito di rimanere legata alla Soluzione a 2 Stati e che continuera' a lavorare con gli Usa in questa direzione. In un comunicato diffuso dalla Wafa la presidenza di Abu Mazen ha ammonito che l'insistenza del governo israeliano nel distruggere l'opzione dei 2 stati attraverso la continuazione degli insediamenti portera' a piu' instabilita' e estremismo', e chiesto a Israele di 'rispondere alla richiesta del presidente Trump di fermare tutte le attivita' di insediamento'.

31/01/2017

Ue vigilera' su discriminazioni a causa dei divieti ingresso

Il Commissario Ue all'Immigrazione, Dimitris Avramopoulos, sta valutando di contattare l'amministrazione statunitense per capire come i cittadini europei saranno influenzati dall'ordinanza del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, di sospendere per tre mesi gli ingressi di cittadini provenienti da sette Paesi a maggioranza musulmana.

25/01/2017

Brexit, Corte blocca May: serve l'ok del parlamento

L'avvio della Brexit dovra' aspettare il nulla osta del parlamento. Questo quanto ha stabilito oggi la Corte suprema di Londra, pronunciandosi sul caso portato alla sua attenzione da un gruppo di cittadini contrari alla Brexit, guidati dall'imprenditrice, Gina Miller, e dal parrucchiere, Deir Dos Santos, e supportati da alcuni dei maggiori costituzionalisti britannici.

18/01/2017

Incertezza sul voto sulla vicepresidenza UE

I deputati eleggeranno il nuovo presidente domani ma il gran numero di candidati e l'assenza di un consenso complicano le cose. Intanto, sul candidato favorito, Antonio Tajani, si abbatte il dieselgate: l'ex-commissario europeo all'Industria avrebbe ricevuto gia' nel 2012 segnalazioni sulla modifica illegale dei motori Volkswagen. I precedenti presidenti dell'Europarlamento hanno quasi sempre beneficiato del consenso come esponenti della grande coalizione composta dal partito di centro-sinistra e da quello di centro-destra, il Ppe. Ma questa elezione sara' tutt'altro che usuale. La frammentazione del panorama politico europeo e la presenza di diversi candidati credibili significhera' che le procedure del Parlamento potrebbero dover essere applicate in tutti i loro passaggi prima che un chiaro vincitore possa essere annunciato.